Contratto terapeutico

 

Dopo la fase di valutazione, prima dell’inizio della terapia vera e propria, è necessario che il paziente e il terapeuta sottoscrivano un contratto terapeutico. Questo aspetto è di particolare rilevanza nella terapia del paziente con personalità borderline, poiché la tendenza all’agito potrebbe minare in maniera consistente l’andamento della terapia.

Da una parte, dunque, verranno stabiliti e discussi i parametri all’interno dei quali la terapia avrà luogo: frequenza delle sedute, costi, rispettive responsabilità di paziente e terapeuta. In aggiunta, proprio per le peculiarità della struttura borderline di personalità, è necessario affrontare alcuni aspetti specifici che potrebbero ostacolare la terapia. Le questioni da affrontare in fase di contratto saranno stabilite sulla base di: 

 

    -   informazioni raccolte durante l’intervista strutturale;

    -   precedenti esperienze di terapia del paziente;

    -   qualità delle interazioni nel qui-e-ora.